LACCi A SCACCHi. Quarto capitolo: Il sole torna.

 
LACCi A SCACCHi. Quarto capitolo: Il sole torna.
Come quando il Lunedì, primo giorno della settimana, va male; anche tutti gli altri giorni vanno male. Almeno, così si dice e a Destiny è successa la stessa cosa, ma non con i giorni.. con la vita. Nessuno si prendeva cura delle 3 bambine, la madre se ne stava tutto il giorno a letto, a pensare e a piangere, non aveva il coraggio di vedere nulla che riguardasse suo marito. Purtroppo, in quella casa c'era ancora l'odore di Domenico; c'erano ancora tutti i suoi vestiti. Lui, era un uomo sportivo, aveva il fisico scolpito e i capelli corti tirati sù col gel. Molto moderno, ma era anche molto giovane. Vestiva con le felpe, jeans oppure tuta. Solo nelle occasioni speciali indossava camicie ma solo ed esclusivamente bianche. Le teneva sempre sbottonate di 2 o 3 bottoni, così, perché lui era padre ma molto giovane, aveva un bel lavoro, lavorava in questura come traduttore di lingue. Maddalena, anche lei molto moderna; ma tendeva di più all'essere classica. Lei, avvocato, vestiva con jeans stretti, camicie o canotte scollate, con i tacchi alti. Donna molto bella, con i suoi capelli oro boccolosi. Era alta, molto. Dopo quella tragedia smise di andare al lavoro e non si fece sentire da nessuno per due lunghi mesi. Intanto, era la madre del migliore amico di Destiny che si prendeva cura delle bambine. Dess, purtroppo dovette frequentare tanti psicologhi. Ma senza nessun risultato; come la bimba si sedeva su quelle sedie comode, lei incrociava le braccia e buttava giu' un muso come se volesse dire:"Non rompete, sono incazzata nera". Come una bambina che chiede un giocattolo ai genitori, ma quest'ultimi non glielo comprano. Avrebbe voluto che fosse stata una situazione del genere, ma non lo era. La madre di Massimiliano (miglior amico di Destiny, tuttoggi.) era l'unica via di fuga di Maddalena, lei dopo un mese, si confidava solo quella donna, la sua migliore amica. Non volle mai dire di che cosa le parlava Maddalena, forse perché non capiva per colpa delle lacrime, forse perché non diceva niente, forse perché erano cose che mandavano troppo dolore anche a una ragazza di 19 anni. Dopo questi due mesi, la madre di Destiny, andò in cucina, prese una bottiglia di Coca Cola e la bevve, tutta d'un sorso e guardò fuori dalla finestra. In quel momento arrivò la piccola Dess, la madre le accarezzò i capelli, si accucciò per parlarle faccia a faccia e disse:"Non voglio ricominciare, voglio solo continuare". Un modo per dire:"Non voglio risposarmi o ricominciare tutto da capo, voglio solo andare avanti". La bambina non disse niente, subito dopo andò a cambiarsi i vestiti e con la madre andò al cimitero, dove c'era già il posto di lutto del padre. Non avevano partecipato al funerale, in realtà non c'è mai stato un funerale. Le due donne si accucciarono, la madre con dei jeans, una canotta verde limone e una felpa a cerniera aperta e per la prima volta: delle scarpe da ginnastica. Destiny, con dei pantaloncini corti in jeans, una felpa e delle scarpe della Nike. Parlarono a quell'uomo, erano sicure che lui le stava ascoltando. Maddalena continuava a dire:"Io non voglio che le persone mi chiamino 'vedova', io sono ancora sposata con te, io ti ho sposato perché ti amo, amare si fa con l'anima e l'anima di un morto rimane per sempre." Destiny piangeva, chiedeva perdono al padre e chiedeva se loro due avessero fatto pace. Tornando a casa, le due si tenevano per mano.. come fossero sorelle. Tornate, la scena era di certo migliore dell'ultima: Alex, che giocava al Lego con Janett, il gatto giocava con un gomitolo e tutto sembrava normale. Dopotutto, lo era. Il peggio era passato, per fortuna. Arrivò il 14 Marzo, compleanno di Destiny e Alex; lo passarono felici, serene e tranquille. Tutte quelle ragazze furono per la prima volta, dopo la disgrazia, con il sorriso sulle labbra. Destiny iniziò a ballare la danza di strada, quella dei Rapper. Alex, frequentò lo stesso corso della sorella. Janett, che era ancora una bambina, riuscì a socializzare facilmente e a farsi degli amici che ha tuttoggi. La madre, tornò al lavoro e tornò a guadagnare meglio di quando guadagnava in passato. Era una famiglia molto ricca, per questo potevano permettersi case grandi, vestiti di marca e vari hobby. Ma non durò a lungo. Il giorno di Pasqua, quella famiglia non al completo era seduta a tavola che festeggiava. Quando una telefonata della zia interruppe tutto; perché la sorella di Maddalena avrebbe dovuto chiamare? Se l'avevano cacciata di casa e le avevano detto di non farsi più sentire? Facendo questi ragionamenti, la madre rispose:"Pronto?" si sentiva la voce robotica della sorella, forse la più gentile della famiglia. Il volto della donna dai capelli oro si spense, e come ultima cosa disse:"Ah, okei." e piano appoggio il braccio al tavolo e disse alle figlie:"La nonna è morta". Alex non riusciva a crederci, rimase immobile con gli occhi spalancati che guardavano la mamma, Janett guardava stranita la famiglia e si faceva tante domande in testa. Destiny, non poteva e non voleva credere alle parole della donna che l'aveva messa al mondo. Si alzò, sparecchiò e iniziò a lavara i piatti, zitta come se niente fosse successo. La altre sorelline si misero a parlare, non ricordo di cosa, ma si misero a parlare. Maddalena, dopo aver messo apposto tovaglia ecc.. andò da Dess e disse:"Non voglio che succeda di nuovo. Questa volta dobbiamo essere forti e tu devi tranquillizzare le tue sorelle. Sei importante per loro e devi dare da esempio." La donna si accucciò e mise le mani sulle spalle della bambima, continuò a parlare:"Devi ricordarti che cosa diceva sempre il papà. Cosa diceva, Destiny che cosa diceva il papà?" Destiny, rispose guardando negli occhi la madre:"Di andare avanti qualsiasi cosa accada". La madre continuò:"Bene, noi per una volta non abbiamo seguito questo consiglio, ma adesso dobbiamo. Ci siamo appena riprese e non voglio passare quello che ho passato per due mesi. Quindi andiamo avanti, portiamo avanti quello che bisogna fare e viviamo felici e serene". Dopo, si vestì, si mise una giacca grigio-topo e uscì. Chiamò la sua migliore amica e le chiese di tenere le figlie per qualche giorno, peché lei sarebbe tornata a Napoli, per capire di più chi, cosa e come era accaduta la morte della madre. Così fu, e dopo 4 giorni Maddalena tornò, chiamò le figlie in soggiorno e fece un discorso..:"Sapevate che la nonna soffriva di dolori, è stata abbandoata anche lei dall'amore della sua vita e ha dovuto vivere da sola per un lungo tempo. Non ha sofferto alla sua morte, dormiva e poi non si è più svegliata. E' morta di vecchiaia, dobbiamo solo ringraziare questo fatto perché adesso è con la persona che le è stata vicino per gran parte della sua vita. Quindi, da oggi viviamo come se fossimo indipendenti, donne che sanno le conseguenze." Voi penserete che delle bambine non potevano capire un discorso così, ma le bambina di Maddalena no, loro capivano, erano intelligenti, tranne Janett, che era la più piccola e la più cocciuta. Alex e Destiny capivano benissimo cosa la madre volesse dire. Difatti, seguirono il discorso di quella donna che le aveva messe al mondo. Andarono a scuola, anche se quella non andava bene a causa dei bambini che le giudicavano come "Terrone o napoletane rozze". Ben presto i dolori passarono, le due gemelle andarono alle medie e la piccola Janett alle elementari. La madre guadagnava sempre più soldi grazie al suo lavoro di avvocato, e ora anche da interprete. Destiny aveva qualche problema a scuola: era vittima dei bulli e siccome era una ragazzina riservata preferiva non rispondere e non abbassarsi ai livelli di quelle persone. Ben presto si stufò, in terza media, al cambio dell'ora nei corridoi della scuola un bullo la spinse contro il muro e Dess disse:"Un giorno mi stuferò e quando mi stuferò ti pentirai di quello che mi hai fatto". La reazione? Tutti si misero a ridere. 3 giorni dopo, lo stesso bullo la spinse nello stesso modo, ma stavolta Destiny non disse niente, si sistemò la maglietta, si avvicinò al ragazzo e gli tirò un pugno, tanto forte che lo fece cadere. Dopo l'azione, si accucciò e disse all'orecchio della vittima:"Io te l'avevo detto". Da quel giorno per Destiny e Alex c'era solo il rispetto. Ben presto le due gemelle diventarono molto belle e popolari in quella scuola. Alex partecipava a tutte le gare di matematica, tedesco e inglese. Destiny, fece vari hobby riguardanti tutti la musica: smise di frequentare corsi di ballo Hip-Hop e iniziò a frequentare corsi di pianoforte, tastiera, chitarra, basso e batteria. Sono gli strumenti che suona tuttoggi, e anche molto bene. Dunque per la famiglia tutto tornò apposto, non ci furono più tanti problemi, anzi, non ce ne furono e basta. Questa è un po' l'esperienza che ha fatto diventare Destiny quella che è. Ma se non mi sbaglio.. Destiny non stava suonando il campanello della sua Socia? ;)
Etiquetas:
 
Christiиe.
creado por: Christiиe.

Califica esta imagen:

  • Actualmente 5.0/5 estrellas.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

11 Votos.


Compartir este Blingee

  • Facebook Facebook
  • Myspace Myspace
  • Twitter Twitter
  • Tumblr Tumblr
  • Pinterest Pinterest
  • Compartir este Blingee más...

Enlace de acceso directo a esta página:

 

Sellos de Blingee utilizados

Se han usado 12 gráficos para crear esta foto "sfondo a scacchi".
Clouds Background
c
Nenaio Png Faded Granite Transparent Deco Frame Border Background Vintage black and white grey gray
Frame
     frame ramki sparkle transparent background
RAMCIA  FRAME ANIMAED  BORDER TEXT BLACK
RAMCIA FRAME  TRANSPARENT BORDER BLACK
Please, leave me alone !
Ramki border frame
Background black and white
Simple Pink Pattern
Simple Black Pattern
 
 

Comentarios

Avatar

ninìkibi dice:

hace 3232 días
ke bello.:D
Felina4444

Felina4444 dice:

hace 3274 días
5
°marythebest°

°marythebest° dice:

hace 3274 días
cacchio chri!!!
sei bravissima!!
mi dispiace un sacco x destiny....:(
bacio, avvertimi quando continui èèh!!
mary <3
princess.cullen.94

princess.cull... dice:

hace 3274 días
Cavvero bello,non vedo l'ora di leggere il continuo..;D

Mi fa piacere che le cose si siano sistemate,almeno in parte:)

Un bacio..:*

5*!

¿Deseas hacer un comentario?

Únete a Blingee (para una cuenta gratis),
Iniciar sesión (si ya eres miembro).

Nuestros socios:
FxGuru: Special Effects for Mobile Video